Cambia la skin:
Elenco percorsi Elenco attività per categoria Elenco prodotti per categoria
Dettaglio attività CRI Viterbo

CRI Viterbo di Marco Sbocchia

Strada Mammagialla s.n.c. - Viterbo - VT - 01100
Mappa interattiva

Tel: 0761.270957 - Richiedi informazioni

Visita il sito: www.criviterbo.it

Approfondimenti

Visualizza prodotti
Articoli scritti
Eventi presentati

Descrizione dell'azienda

Il Comitato Provinciale di Viterbo della C.R.I.
è una Associazione di Promozione Sociale
costituita al fine svolgere attività di utilità
di utilità sociale in favore di collettivi
vulnerabili e basata sull’operato dei volontari
che sono mossi dai 7 Principi Fondamentali che
contraddistinguono il Movimento Internazionale
della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

Il Comitato fa parte della Associazione
Italiana della Croce Rossa, ente di diritto
pubblico non economico con prerogative di
carattere internazionale, che ha per scopo
l’assistenza sanitaria e sociale sia in tempo
di pace che in tempo di conflitto. Ente di alto
rilievo, è posta sotto l’alto patronato del
Presidente della Repubblica, sottoposta alla
vigilanza del Ministero della Salute, del
Ministero dell’Economia e delle Finanze e del
Ministero della Difesa, ciascuno per quanto di
competenza. La C.R.I. fa parte del Movimento
Internazionale della Croce Rossa. Nelle sue
azioni a livello internazionale si coordina con
il Comitato Internazionale della Croce Rossa,
nei Paesi in conflitto, e con la Federazione
Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
per gli altri interventi.

Novità via RSS

IL PREFETTO CANANA? IN VISITA ALLA CROCE ROSSA DI VITERBO

Martedì 29 novembre si è tenuta una visita istituzionale del Prefetto di Viterbo, Antonio Cananà, presso la Sede della Croce Rossa Italiana di Viterbo.
Il Prefetto Cananà accompagnato dal Vice Prefetto aggiunto Fabio Malerba, è stato accolto dal Presidente della CRI di Viterbo Marco Sbocchia ed ha avuto modo di visitare la Sede e visionare alcuni moduli operativi del Comitato tra i quali la Cucina Mobile d’Emergenza, le Ambulanze da Soccorso e i mezzi per trasporto disabili.
Il Presidente Sbocchia, alla presenza di una folta rappresentanza di Volontari e di appartenenti alle Componenti CRI Ausiliarie delle FF.AA., ha poi rivolto al Prefetto un indirizzo di saluto presentando le attività che la Croce Rossa svolge a Viterbo e nell’intera Provincia. Il Prefetto nel complimentarsi per le attività e lo spirito umanitario che anima i Volontari dell’Associazione si è congratulato con i presenti per l’organizzazione e la prontezza operativa che la Croce Rossa assicura da sempre alla popolazione della nostra Provincia.

 
Croce Rossa, conferita la Medaglia d?Oro al Merito a Sorella Calcagnini

Nei giorni scorsi il Presidente della CRI di Viterbo Marco Sbocchia e l’Ispettrice delle II.VV. CRI di Viterbo Caterina Bellacima, alla presenza del Comandante dell’AVES Gen. Div. Andrea Di Stasio e dell’Assessora ai Servizi Sociali di Viterbo Notaristefano hanno consegnato il diploma e le insegne della Medaglia d’Oro al Merito della CRI a Sorella Nella Calcagnini, conferitale motu proprio dal Presidente Nazionale Avv. Francesco Rocca .

Sorella Calcagnini, Crocerossina dal 1943 ormai alla soglia dei 101 anni, si è diplomata Infermiera Volontaria durante la II Guerra Mondiale, nelle sue attività in Croce Rossa ha prestato servizio in tempo di guerra nell’Ospedale Militare di Via Emilio Bianchi e in tutto il territorio Viterbese al seguito delle Forze Armate, in tempo di pace con il suo esempio e la sua professionalità ha sempre garantito la disponibilità al servizio dei più vulnerabili e nella formazione delle nuove generazioni di Crocerossine. Sorella Calcagnini tra l’altro si trovava in servizio nell’Ospedale Militare l’8 settembre 1943 e seguì dalla radio presente nel reparto il Comunicato del Maresciallo Badoglio che annunciava l’armistizio.

La Croce Rossa tutta, con questo conferimento, rende merito all’esempio di dedizione e coraggio sempre dimostrato, rilasciando l’onorificenza con la seguente motivazione:

Socia dal 1943 e Infermiera Volontaria CRI dal 1945 assolveva ai doveri del proprio status con continuità, abnegazione e coraggio, dapprima presso l’Ospedale Militare di Viterbo durante il Secondo conflitto Mondiale e successivamente al servizio dell’Associazione nei servizi istituzionali a favore dei più vulnerabili e in Ausiliarietá alle Forze Armate. Da oltre 70 anni appartenente ai ruoli della Croce Rossa Italiana ha permesso con la sua costanza di accrescere le attività dell’Ispettorato delle Infermiere Volontarie di Viterbo fungendo da esempio per le generazioni di Crocerossine attualmente in servizio attivo. Crocerossina con indiscusso attaccamento ai Principi Fondamentali del Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.”

Al termine del breve e sentito momento Sorella Calcagnini ha omaggiato il Generale Di Stasio donandogli l’opera “I fiori del Male” composta con schegge di granata e il Comitato CRI di Viterbo donando il Diploma di Crocerossina recante la firma della Principessa di Piemonte, Ispettrice Generale dell’epoca.

 
Match it Now

Sabato 24 settembre dalle ore 10:00 in piazza del Sacrario grazie ad ADMO e alla collaborazione della Croce Rossa Italiana di Viterbo torna la possibilità eseguire la tipizzazione per potenziali donazioni di midollo osseo.
La raccolta delle adesioni sarà accompagnata alle 15,30 dallo spettacolo di animazione dei Goji VIP Viterbo e alle 17,30, a largo Benedetto Croce, dal concerto Rockom con un tributo a Vasco Rossi. Infine, alle 21 la chiusura della manifestazione.

Stamani, nella splendida cornice della Sala Regia di Palazzo dei Priori si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell'evento alla quale ha preso parte, portando i saluti della Croce Rossa Italiana, il Presidente del Comitato Marco Sbocchia

 
Aggressione a Personale Sanitario della Croce Rossa di Viterbo

Nel pomeriggio di sabato 17 settembre un equipaggio della Croce Rossa di Viterbo in servizio emergenza-urgenza 118 è stato oggetto di una grave aggressione fuori dal Pronto Soccorso dell’Ospedale di Viterbo.

L’accompagnatore della paziente soccorsa dalla CRI di Viterbo, fuori dal Pronto Soccorso di Belcolle ha aggredito fisicamente l’infermiere in servizio sull’ambulanza.

Il Presidente della CRI di Viterbo Marco Sbocchia nel commentare l’episodio ha affermato: “Esprimo vicinanza al nostro Infermiere e a tutto l’equipaggio di Volontari che ieri è stato coinvolto in questo episodio di estrema gravità. Sono ormai anni che in tutta Italia siamo spettatori di una preoccupante escalation di violenza ed aggressione contro sanitari e soccorritori, spesso per i motivi più futili ed incomprensibili, speravamo che il nostro territorio ne fosse indenne ma a quanto pare non è così”.

La CRI, tra l’altro, monitora il fenomeno tramite l’Osservatorio Nazionale sulle aggressioni al personale sanitario e volontario e sensibilizza le comunità con la campagna “Non sono un bersaglio” per riaffermare i Principi inizialmente sanciti delle Convenzioni di Ginevra e successivamente ripresi da norme Nazionali in merito alla neutralità del personale che presta soccorso in ogni tempo.

 
L'impegno della Croce Rossa per il Trasporto della Macchina di Santa Rosa
Per il tradizionale Trasporto della Macchina di Santa Rosa, che quest’anno si è tornata a celebrare dopo lo stop imposto da due anni di pandemia, la Croce Rossa Italiana ha dispiegato un imponente servizio di assistenza sanitaria a disposizione delle migliaia di spettatori accorsi lungo le vie percorse della Macchina.
Il servizio reso a titolo totalmente gratuito è stato svolto su Coordinamento dell’ARES 118, in collaborazione con le altre realtà del Volontariato sanitario locale e supportato dalla Sala Operativa Regionale CRI del Lazio ed ha visto l’impiego di circa 150 operatori Volontari della Croce Rossa tra i quali soccorritori, autisti, infermieri, psicologi, coordinatori e specialisti in telecomunicazioni. Erano inoltre presenti sul percorso anche quattro soccorritori della Croce Rossa Spagnola che hanno ricambiato la visita inserita nel più ampio gemellaggio tra la CRI di Viterbo e la Cruz Roja de Iruna/Pamplona.
Il personale, suddiviso in svariate ambulanze, squadre appiedate e nei posti medici di soccorso, ha assicurato la presenza sul percorso della Macchina di Santa Rosa dalle prime ore del pomeriggio di sabato 3 settembre sino al termine dell’evento.
L’imponente dispiegamento di personale e mezzi è stato possibile grazie alla disponibilità di molti Volontari CRI di Viterbo e di quelli provenienti da svariati Comitati della Provincia di Viterbo, Rieti e Roma.
Rivolgo un sentito e caloroso ringraziamento a tutti i Volontari accorsi, oltre che da Viterbo, anche da più parti della nostra Regione. Grazie alla loro disponibilità, a quella dei rispettivi Presidenti di Comitato e della Sala Operativa della CRI di Viterbo è stato possibile garantire un servizio competente e professionale che ha contribuito a rendere più sicura l’organizzazione del Trasporto della Macchina di Santa Rosa” così ha dichiarato il Presidente della Croce Rossa di Viterbo Marco Sbocchia.
 
Servizio Civile in Croce Rossa a Viterbo

Le selezioni dei candidati per il progetto del Servizio Civile "LA CRI PER L'ASSISTENZA DI TUTTI NEL LAZIO - PTCSU0022421013056NMTX" si terranno il 19/04/2022 alle ore 9:30 in presenza presso la Sede CRI di Viterbo - 01100 - STRADA AMAMMAGIALLA SNC

 
Emergenza Ucraina
Alla luce dell’intensificarsi delle violenze e delle conseguenti gravi emergenze umanitarie in Ucraina, la Croce Rossa Italiana lancia una urgente raccolta fondi finalizzata al sostegno delle enormi necessità cui stanno dando risposta senza sosta i volontari della Croce Rossa Ucraina. Le donazioni potranno essere erogate con le modalità descritte sul sito web ufficiale www.cri.it/emergenzaucraina/ .

Il Presidente della Croce Rossa di Viterbo Marco Sbocchia ha dichiarato: "Seppur le donazioni in denaro -da effettuare esclusivamente tramite il canale ufficiale- siano da preferire in quanto più facilmente impiegabili per le reali esigenze in continua mutazione, su indicazione del Comitato Nazionale, la CRI di Viterbo ha attivato, dalla giornata del 1 marzo una raccolta di farmaci e presidi sanitari:
  • Paracetamolo (varie formulazioni)

  • Acido acetilsalicilico (varie formulazioni)

  • Ibuprofene (varie formulazioni)

  • Sodio Bicarbonato (varie formulazioni)

  • Vitamina B1

  • Vitamina B12

  • Soluzione fisiologica 0,90 %

  • Soluzione glucosata 5 % e 33 %

  • Ringer lattato

  • Acqua ossigenata

  • Disinfettanti a base alcolica e non alcolica

  • Betadine

  • Glucometri

  • Strisce ricarica glucometri

  • Cerotti premedicati

  • Garze sterili

  • Guanti chirurgici

  • Garze idrofile

  • Altri materiali (elenco completo e aggiornato su www.criviterbo.it)"


NON POTRANNO ESSERE PRESI IN CARICO MATERIALI DIVERSI DA QUELLI ELENCATI


Il punto di raccolta è presso la Sede della CRI di Viterbo in Strada Mammagialla (traversa di Strada Teverina) aperto dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e il giovedì dalle 16.00 alle 18.00 (per altri orari è preferibile prendere appuntamento).


Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo 0761/270957 o scrivere a viterbo@cri.it.


Si comunica inoltre che è attiva la mail emergenza.ucraina@cri.it per le richieste di ricongiungimento familiare – Restoring Family Links”.
"Confidiamo nella proverbiale generosità della Popolazione Viterbese che anche in questa grave emergenza umanitaria, siamo sicuri, si mobiliterà a favore dei più vulnerabili". Conclude Sbocchia
 
Servizio Civile in Croce Rossa a Vitero
In continuità al 2021 è stato attivato presso la Croce Rossa Italiana – Comitato di Viterbo un progetto di servizio civile nazionale, per un totale di 7 volontari.
La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per le ore 14.00 del 10/02/2022.
I requisiti sono seguenti:
  • età compresa tra i 18 e i 28 anni
  • cittadinanza Italiana oppure di uno dei paesi membri dell'UE oppure di un paese extra Unione europea, ma con residenza in Italia
  • non aver riportato condanne (come riportato nell'art. 3 del bando)
I volontari selezionati svolgeranno servizio per 25 ore settimanali - 12 mesi a partire da aprile 2022 - 5 giorni settimanali nell'ambito delle attività della Croce Rossa di Viterbo.
Ai Volontari selezionati verrà erogato un assegno di 444,30 € al mese quale rimborso oltre a 1 anno di contribuzione figurativa, ferie, permessi e malattia.
Presentazione domande: https://domandaonline.serviziocivile.it/ (accesso esclusivamente tramite SPID)
Codice Progetto: PTCSU0022421013056NMTX
Ente di riferimento: Associazione della croce Rossa Italiana
Ente attuatore: Croce Rossa Italiana - Comitato di Viterbo
Nome progetto: LA CRI PER L’ASSISTENZA DI TUTTI NEL LAZIO
Per informazioni o chiarimenti chiamo lo 0761/270957 oppure scrivi a viterbo@cri.it
 
Cinque nuove Infermiere Volontarie della CRI a Viterbo

Viterbo, 2 dicembre 2021 - Si è svolta oggi, presso la sede della Croce Rossa Italiana (CRI) di Viterbo, la tradizionale “Cerimonia della Lampada” che ha visto la consegna della Croce e dei gradi a cinque neo Crocerossine – Infermiere Volontarie (II.VV.).

All’evento, tenutosi nel rispetto delle norme anti Covid-19, hanno preso parte il Prefetto Dott. Giovanni Bruno, il Sindaco di Viterbo Prof. Giovanni Maria Arena, il Comandante dell’Aviazione dell’Esercito Generale di Divisione Andrea Di Stasio, il Comandante della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, Generale di Brigata Alberto Vezzoli, le Autorità militari locali e l’Ispettrice delle II. VV. di Viterbo, Sorella Caterina Bellacima.

Con il significativo momento della consegna della lampada, le crocerossine trasferiscono idealmente nelle mani delle neo-diplomate l’operosità delle Infermiere Volontarie. Tale simbolo trova le proprie radici nel 1854 quando, durante la guerra di Crimea, Florence Nightingale, un’infermiera britannica antesignana della professione infermieristica, visitava nel buio della notte i feriti di guerra recando con sé una lanterna.

Il Presidente del Comitato CRI di Viterbo, Marco Sbocchia, nel ringraziare gli ospiti per la partecipazione, ha espresso il suo compiacimento alle allieve per l’impegno e la passione con cui hanno brillantemente concluso il percorso biennale di studi, nonostante le criticità imposte dalla pandemia. “Il vostro servizio a favore degli ultimi e dei vulnerabili” – ha rimarcato il Presidente – “è e sarà sempre ben rappresentato nelle quattro parole che costituiscono il vostro motto: ama, conforta, lavora e salva”.

Il Corpo delle Infermiere Volontarie rappresenta una componente ausiliaria delle Forze Armate. Per diventare crocerossine, le allieve frequentano un corso di studi che comprende materie medico-infermieristiche, legislazione militare, legislazione della CRI, pronto soccorso, protezione civile e lo svolgimento di un tirocinio presso i reparti ospedalieri.

 
Lavoro in Croce Rossa a Viterbo

Profilo: autista-soccorritore di ambulanza.

Orario di lavoro: 36h settimanali.

Tipo contratto: assunzione dal 1/05/2021 fino al 31/07/2021 (per esigenze connesse all'emergenza epidemiologica).

Contratto Collettivo Nazionale applicato: CCNL Servizi assistenziali ANPAS cat. C categoria economica c1.

Luogo di lavoro: Viterbo (ambulanze in convenzione con ARES118 e servizi secondari CRI).

Requisiti:

  • Età minima 21 anni,
  • Brevetto BLSD e P-BLSD (o Full-D CRI) riconosciuti e accreditati dalla Regione Lazio,
  • Brevetto PTC (o TSSA CRI o equivalenti) ,
  • Assenza di condanne definitive per reati contro la PA e contro la persona,
  • Patente di guida civile di cat. B,
  • Patente di Servizio CRI cat. 5,

Titoli di preferenza:

  • Esperienza nell'attività di emergenza/urgenza extra-ospedaliera
  • Appartenenza alla CRI

È possibile inviare la propria candidatura alla casella e-mail recruiting@criviterbo.it entro le ore 12.00 del 28 aprile 2021 allegando il proprio C.V. dal quale si evinca almeno il possesso dei requisiti minimi richiesti.

 

Elenco Percorsi:
Elenco Categorie: Enti pubblici e Associazioni
Elenco Tag: associazione volontariato



© 2022 Conto-Graph S.r.l. Via dell'Industria, 68 / 70 - 01100 Viterbo (VT) - Tel: 0761/35.27.62 P.IVA 00268610565